LA DIFFERENZA TRA NOI E LORO

Gli eletti del MoVimento restituiscono parte delle loro indennità senza che nessuna legge lo imponga. Nonostante si tratti quindi di restituzioni assolutamente volontarie, se da noi viene fuori che qualcuno restituisce meno di quanto dichiarato viene subito allontanato.
Nei partiti invece la musica è un tantino diversa: solo a titolo esemplificativo, il Pd calabrese candida Ferdinando Aiello e Bruno Censore, entrambi rinviati a giudizio per peculato in seguito all'inchiesta del 2015 sulle spese pazze rimborsate in Consiglio e Giunta Regionale, mentre nel centrodestra il leader Silvio Berlusconi è addirittura pregiudicato e incandidabile, perché condannato in via definitiva a quattro anni di reclusione per frode fiscale, e si salvò dal carcere solo grazie all'indulto votato a braccetto da centrodestra e centrosinistra.
Non dimentichiamocelo il 4 marzo!